Scarpe Jordan 2018 - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Scarpe Jordan 2018 | Spedizione Gratuita

Sul petto, separati dalla fettuccia bianca che scende dal colletto, ci sono il logo del brand francese e lo stemma della Fiorentina, In basso è applicato il main sponsor Folletto (o Vorwerk in Europa League), Il retro è corredato dalla stampa dei nomi e numeri bianchi e dal marchio dell’associazione Save The Children, I pantaloncini scarpe jordan 2018 sono rossi con una riga viola-bianca sui lati, mentre i calzettoni, anch’essi rossi, presentano lo stemma societario ricamato sul davanti.  Curiosità, la nuance rossa è stata realizzata in esclusiva per Le Coq Sportif da France Teinture, una storica azienda di Troyes che realizza tinture..

Dopo la promozione conquistata nella scorsa stagione il Gubbio si lancia nella nuova avventura nella Lega Pro 2016-2017 ancora a fianco del partner tecnico Legea, subentrato a Givova proprio nel vittorioso torneo di Serie D, Legea alterna un modello già collaudato, proposto nel passato a diverse squadre, come kit casalingo mentre lancia per le trasferte un completo del nuovo catalogo, Dopo l’esordio all’insegna della tradizione, Legea rivoluziona il disegno della prima maglia degli eugubini proponendo una casacca strisciata, Non è la prima volta che il Gubbio scende in campo con una maglia a strisce verticali, ma è indubbio che il disegno tradizionale della casacca casalinga rossoblù sia a quarti o partito, Il modello palato mancava dalla stagione 2011-2012 scarpe jordan 2018 quando Givova lo propose come terza maglia..

La maglia abbina il blu del colletto a polo con i bordi delle maniche, con sette strisce verticali che si alternano sul busto, La palatura interessa anche le maniche e la parte inferiore del scarpe jordan 2018 retro, mentre una grossa sezione rossa contiene le personalizzazioni e il secondo sponsor, Sul fronte è applicato il main sponsor Barbetti, in bianco come il lettering Legea, posto accanto allo stemma societario che raffigura i cinque colli eugubini, Il look casalingo dei lupi si completa con pantaloncini blu, decorati da un bordino inferiore rosso, e con calzettoni completamente blu..

Il kit per le trasferte prevede il bianco come colore principale, ma a differenza dell’anno scorso, riprende entrambi i colori sociali per le finiture. Il colletto a girocollo è diviso tra il rosso e il blu, che proseguono in una doppia striscia verticale interrotta centralmente da un effetto a dissolvenza. Sulla maglia sono cuciti tre loghi Legea, tutti nella versione sforbiciata, due sulle maniche e uno sul petto. Le personalizzazioni applicate sul retro sono blu, come il secondo sponsor Lieve inserito in basso. Il completo da trasferta prevede pantaloncini e calzettoni completamente bianchi, con la possibilità di utilizzare le componenti della divisa casalinga in caso di necessità.

Al suo secondo anno di partnership Legea modifica scarpe jordan 2018 il disegno canonico delle maglie del Gubbio proponendo un kit comunque classico per le gare in casa, Cosa pensate della nuova collezione 2016-2017 per i rossoblù umbri?.

Certo, c’era stata quella scampagnata di fine luglio a Lucerna, quando per la prima volta Berardi e compagni avevano assaporato un’atmosfera decisamente diversa da quella emiliana. C’era stata una torrida estate, che aveva visto quelle casacche neroverdi prendere sempre più confidenza contro avversari che, appena pochi mesi fa, sembrava irreale anche solo immaginare di affrontare. E c’era già stata, soprattutto, una piccola impresa sportiva, quando questa matricola italiana aveva visto spalancarsi dinanzi a sè le porte del palcoscenico europeo. Ma se c’è una data che resterà per sempre nella storia di una squadra, di una città, semplicemente di e del Sassuolo, questa sarà il 15 settembre 2016. Il giorno in cui una squadra che solo tre anni prima, pensava di aver toccato il cielo raggiungendo la Serie A, si è ritrovata nuovamente a riscrivere le pagine del proprio cammino.

Quel giorno, al Mapei Stadium, ad attendere quegli undici eroi all’uscita degli spogliatoi non c’erano più solo undici rivali, C’era l’Europa, C’era la Storia, quella con la S maiuscola, Possiamo solo immaginare l’emozione che verso sera iniziava man mano a pervadere uomini fatti e cresciuti, uomini che nello spazio di poche stagioni hanno visto il loro campo di battaglia trasformarsi dalla provincia, dapprima nell’Italia e infine nell’Europa, Possiamo solo immaginare, i brividi nel vestire finalmente maglie con cucita sul braccio destro, una patch scarpe jordan 2018 fin lì ammirata soltanto alla tivù..

Possiamo scarpe jordan 2018 solo immaginare la paura di presentarsi a un appuntamento quasi da cenerentola, l’eccitazione nel ritrovarsi parte di un qualcosa fin lì solo sognato, la voglia di dimostrate il proprio valore dinanzi agli occhi di un continente intero, E per un’occasione del genere, il dress code non ammette sbavature, Un’occasione del genere, anzi, va celebrata degnamente, orgogliosamente, ma senza mai tradire quei colori neroverdi così insoliti nel nostro calcio, così irrinunciabili per tutta Sasòl..



Messaggi Recenti