Saucony Sito Ufficiale - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Saucony Sito Ufficiale | Spedizione Gratuita

Come abbiamo visto nell’introduzione, l’ Olanda di Guus Hiddink ha faticato non poco per partecipare ad Euro ’96, ottenendo il pass per la competizione solamente nell’ultima appendice delle qualificazioni: lo spareggio di ‘Anfield’ contro l’Irlanda nel dicembre 1995, Nel girone 5, infatti, la grande sorpresa era stata la Repubblica Ceca, prima e capace di mettere in fila gli ‘Oranje’ reduci da un Mondiale positivo negli Stati Uniti ma privi per la prima volta del trio delle meraviglie formato da van Basten-Gullit-Rijkaard e da altri ‘totem’ saucony sito ufficiale nazionali come Ronald Koeman, Guus Hiddink può comunque lavorare plasmando un gruppo giovane e di altissimo livello qualitativo, che può attingere a piene mani dalla riserva dell’Ajax (che sta attraversando un periodo floridissimo), oltre che dai soliti Psv Eindhoven e Feyenoord e dalle big di tutta Europa, Un nuovo corso capitanato dal vecchio bucaniere Danny Blind: l’Arancia Meccanica vuole prendersi l’Inghilterra..

La lista dei 22 olandesi è senza dubbio una delle più complete in chiave vittoria finale, anche se non mancano le sorprese, Non certo in porta, dove viene confermato Edwin van der Sar, numero uno dell’Ajax che mette fino all’interregno di de Goey, Il terzo è Ruud Hesp, In difesa il capitano è Danny Blind, coadiuvato da Michael Reiziger e Winston Bogarde, Frank de Boer è costretto al forfait: al suo posto la spigolosità di Jaap Stam, Numan, de Kock e Veldman completano il reparto, Centrocampo di assoluta qualità con tanta quantità: i leader sono Clarence Seedorf, Ronald de Boer, Edgar Davids e l’esperto Aron Winter, Jolly preziosi due fiorettisti come Richard Witschge e Jordi Cruijff (figlio di Johann), se ci sarà bisogno di ringhiare Phillip Cocu è saucony sito ufficiale pronto ad uscire dalla panchina..

In attacco tutto ruota attorno al piede fatato di Dennis Bergkamp e allo strapotere fisico in area di uno come Patrick Kluivert, Le alternative sono il giramondo Gaston Taument e lo spilungone dell’Ajax Peter Hoekstra, All’occorrenza c’è anche Youri Mulder dello Schalke 04, Terzo torneo per l’Olanda targata Lotto, L’azienda italiana ha già proposto kit interessanti per Euro ’92 e Usa’94, Per Euro ’96 ne propone uno che sarà fortemente iconico e riconoscibile ad anni di distanza, La divisa home è tradizionalmente arancione, con una tonalità molto viva, saucony sito ufficiale Al centro è riconoscibile una stampa dell’esultanza per il gol di Wim Jonk all’Irlanda, durante il Mondiale negli Stati Uniti, Una scelta coraggiosa che si può amare od odiare, ma che sicuramente fa sì che la maglia venga ricordata, Il leone rampante della ‘KNVB’ è in bianco all’altezza del cuore mentre dalla parte opposta è presente lo stemma ‘Lotto’, Il colletto è a polo bianco (con bordi tricolori rosso-bianco-blu) chiuso da un bottoncino alla base, I bordi delle maniche sono bianchi con la stessa fantasia rosso-bianco-blu del colletto, Calzoncini bianchi e calzettoni arancioni con la parte alta bianca arricchita dal tricolore nazionale..

Ancora più iconica la divisa away, che rimane sulla scia delle precedenti circa la scelta cromatica: il bianco. La parte alta della divisa presenta però un gradiente arancione che provoca un effetto ottico davvero singolare e piacevole. Colletto, bordo maniche e stemmi vari sono uguali alla divisa home. Calzoncini arancio, calzettoni bianchi con la parte alta arancio arricchita dal tricolore. Numeri e nomi in bianco sulla divisa home, arancio su quella away. Con Galles ed Irlanda del Nord sempre più ai margini del calcio europeo e l’Irlanda eliminata nello spareggio di Liverpool, tocca alla Scozia provare a rompere le uova nel paniere dell’Inghilterra in casa sua. Tra l’altro, grazie ad un meraviglioso scherzo del destino, la ‘Tartan Army’ di Craig Brown capita proprio nel girone dei ‘Tre Leoni’ di Venables. La Scozia del 1996 non è certo tra le favorite, per di più in un girone così complicato. La generazione che ha permesso di partecipare a tutti i Mondiali partendo dal 1974 è agli sgoccioli ed infatti nel 1994 la squadra delle Highlands non ha preso parte alla rassegna iridata.

La qualificazione è arrivata dopo un girone condotto in maniera comoda e concluso solamente dietro alla Russia e davanti alle possibili outsider Grecia e Finlandia, Brown è il commissario tecnico sin dal 1993 e per la ‘vacanza’ oltreconfine sceglie i migliori 22 possibili, Non ci sono nomi che fanno girare la testa, In porta il dualismo tra Jim Leighton ed Andy Goram viene vinto da quest’ultimo, La difesa poggia sul roccioso Colin Hendry, che si avvale della collaborazione di picchiatori come Stewart McKimmie, Tom Boyd, Colin Calderwood e Tosh McKinlay, Derek Whyte e Craig Burley sono le riserve, A centrocampo saucony sito ufficiale la sapiente gestione del pallone del capitano Gary McAllister, assistito da Stuart McCall e John Collins, In attacco John Spencer e Gordon Durie, in rotazione continua con Ally McCoist, Kevin Gallacher e Scott Booth, Eoin Jess e Billy McKinlay i primi cambi a centrocampo mentre Darren Jackson e Scott Gemmill si godono due settimane di villeggiatura..

C’è poco da eccepire: Umbro ha sempre lavorato benissimo per la Scozia, ma nel 1996 decide che almeno sotto l’aspetto delle divise la ‘Tartan Army’ deve essere superiore all’odiata Inghilterra. E così sarà. La divisa home è una delle più iconiche in assoluto per la Nazionale delle Highlands. Umbro propone una divisa blu scuro con un pattern tartan che richiama i kilt scozzesi, con finiture verdi e blu ancora più scuro. Il colletto è a polo bordato di giallo con inserti in maglieria. Le maniche sono monocolore con una fascia che propone a ripetizione il diamante Umbro. Lo stemma della ‘SFA’ è proposto all’interno di un crest ‘old style’ bordato di giallo, che è lo stesso coloro del diamante Umbro. I calzoncini sono identici alla maglietta così come i calzettoni. Numeri e nomi sono in giallo.

La divisa away è rivoluzionaria alla stessa maniera ma ruba meno l’occhio, anche perché ha poco della tradizione scozzese, Bianca di base (come calzoncini e calzettoni) con una fantasia geometrica a punta in blu (tendente al viola) e verde scuro, Crest e stemma nazionale sono al centro così come il lettering ‘Umbro, sempre in giallo, Il colletto è a saucony sito ufficiale polo con due inserti in maglieria che convolano in un triangolo verde, I calzoncini presentano la stessa fantasia solamente su un lato (la gamba sinistra del giocatore)..

Esaurito il gruppo plasmato ad immagine e somiglianza da Karl Rappan, l’inventore del catenaccio, la Svizzera calcistica ha vissuto anni bui fino al timido approcciarsi della seconda generazione degli stranieri nati e cresciuti nei ventisei cantoni, Così Roy Hodgson ha guidato la Nazionale rossocrociata a disputare un Mondiale (quello del 1994) dopo 28 anni dall’ultimo e a qualificarsi al primo torneo Europeo della propria storia, arrivando seconda dietro alla Turchia ed eliminando la quotatissima Svezia (battuta 4-2 a Berna), In Inghilterra però la guida tecnica degli elvetici è il portoghese Artur Jorge, allenatore giramondo e vincitore della Coppa dei Campioni con il Porto saucony sito ufficiale nel 1987..



Messaggi Recenti