Saucony Leopardate - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Saucony Leopardate | Spedizione Gratuita

Infine — sarà probabilmente questa la novità, anzi il ritorno più gradito —, andando in direzione opposta rispetto alla moda imperante, quest’anno FG Sport saucony leopardate ha approntato per i perugini anche una maglia… a maniche lunghe! Uno nostalgico ritorno al passato con un capo ormai da tempo lontano dal manto verde, defenestrato dai numeri del marketing e dalle moderne sottomaglie, Una divisa old style che stilisticamente non si differenza in alcunché dalla sua cugina a maniche corte, eccezion fatta per dei più marcati polsini, Una scommessa vintage, che chissà non possa segnare un piccolo turning point nell’ambiente..

Nessuna novità per la seconda divisa degli umbri, storicamente l’esatto negativo della titolare: maglia bianca con bordini rossi, abbinata a pantaloncini rossi e calzettoni saucony leopardate bianchi — non è tuttavia preclusa all’occorrenza una opzione all white, prendendo a prestito le braghe bianche della home ; così come i pantaloncini della away, possono in caso di necessità fondersi alla succitata home dando vita a un completo casalingo all red, Un biancorosso intercambiabile, insomma, quello tra le prime due uniforme dei Grifoni..

Analizzando questa divisa di cortesia, è inevitabile soffermarsi sull’aspetto pubblicitario, Come fin qui accaduto per tutta l’era Frankie Garage, è saucony leopardate infatti la away l’unica casacca del Perugia sopra cui l’inserimento dei numerosi sponsor — ben quattro, di cui tre sulla maglia e uno sui pantaloncini — è avvenuto mantenendo le originali tinte aziendali ; al contrario, per home e third si è virato verso il monocolore, permettendo così di attenuare notevolmente l’impatto visivo della rèclame..

Ne consegue che proprio la seconda uniforme bianca, è quella che esce maggiormente svilita dall’incontro con la pubblicità. Ciò nonostante, e reiterando una politica di vendita già testata in anni recenti, FG Sport vuol venire incontro ai puristi permettendo online (nonostante sia la nota dolente per tanti club della serie cadetta), a scelta, l’acquisto delle casacche perugine in una pionieristica versione priva di sponsor. In questo senso deve forse essere letto l’apparente squilibrio nella disposizione dei marchi sul petto; ciò per consentire l’armonioso allineamento tra il logo del fornitore tecnico e lo stemma sociale.

Niente di nuovo anche per la terza e ultima divisa stagionale del Grifo, che mantiene forma e soprattutto colore ammirati fin qui in tutti gli anni Duemiladieci: un completo all black dalla testa ai piedi, illuminato unicamente da qualche dettaglio biancorosso qua e la, Un capo, questo, che forse più dei precedenti presta il fianco a eventuali rimostranze, In senso stretto, proprio la third pare quella che meno trae vantaggio da un simile template — in particolar modo da saucony leopardate un pattern che, virato su base nera, palesa un contrasto molto vivo, generando un risultato finale, per certi versi, più simile alla fantasia di un pigiama che non a una divisa da gioco….

Allargando il campo, invece, non si può sottacere come ormai dal campionato 2010-2011, quello della rifondazione societaria, siamo giunti all’ ottava stagione consecutiva — sì, l’ottava di fila! — con un Perugia preda di un’ invariata tavolozza di colori : home rossa, away bianca e third nera. E se per le prime due uniformi la cosa non è certo un male, su di una terza divisa forse un po’ di brio e fantasia, una saltuaria e salutare ventata di novità, non sarebbe affatto disprezzata. Per un capo che nasce proprio come l’occasione per sperimentare o seguire le mode del momento, una così grande pigrizia stilistica può alla lunga diventare quasi insostenibile.

Il template fin qui sciorinato, sia a maniche corte sia lunghe, e con solo uno sguardo più basic — dettato dall’assenza del pattern di grifetti —, lo ritroviamo infine addosso ai portieri biancorossi, Una scelta che farà storcere il naso a qualcuno, che potrà in qualche modo rimandare a una certa (e succitata) pigrizia; ma che può essere vista, stavolta, come un modo per avvicinare ancor più gli estremi saucony leopardate difensori — calciatori “condannati” al non dover mai vestire i colori che difendono, nel vero senso del termine — al resto della squadra, attraverso uno stile affine che rifugga dalla generale banalità oggi imperante tra i pali..

Dalla passata stagione FG Sport mantiene pressoché intatta la gamma cromatica riservata ai portieri perugini: opzioni sono uno sgargiante arancione bordato di biancoblù, un blue navy con dettagli saucony leopardate bianchi (e proprio questa sarebbe stata, a mio avviso, un’ottima third per i giocatori di movimento), e due varianti gialloblù a tinte inverse, tutte inserite nel contesto di completi monocolori, E senza dimenticare come già negli anni scorsi, saltuariamente, gli estremi difensori dei Grifo scesero in campo prendendo in prestito la away bianca dei loro compagni di spogliatoio..



Messaggi Recenti