Nike Sb Max - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Nike Sb Max | Spedizione Gratuita

Anche nella seconda serie italiana si segnala una novità di rilievo, con l’ Empoli che ha mandato in pensione la Colleggiata di Sant’Andrea per andare a ripescare lo storico trigramma utilizzato negli anni venti del secolo scorso, Avevo sempre considerato lo stemma empolese uno dei più sobri e puliti del panorama calcistico nazionale, e non nascondo che la novità mi ha lasciato quantomeno interdetto, Del nike sb max badge fin qui sfoggiato sulle maglie azzurre, permane solamente la forma triangolare dello scudo (che da par suo, perde la doppia bordatura): l’intenzione dell’operazione è proprio quella di riallacciare la storia recente del club con quella delle origini, rimuovendo la Collegiata per far posto alla vecchia sigla ‘EFC’..

L’insieme non pare molto riuscito, soprattutto alla luce della scarsa leggibilità del trigramma, nonché del ruvido contrasto tra la font old style di quest’ultimo con quella moderna utilizzata per la denominazione societaria, A ciò si aggiunge l’inserimento nike sb max “storto” dell’anno di nascita, un dettaglio che non appare molto curato, e che potrebbe suo malgrado dare l’idea di un lavoro svolto abbastanza sbrigativamente, Concludiamo questa rassegna con due speciali stemmi celebrativi che vedremo solamente nella stagione 2013-2014, Il Parma festeggia quest’anno i cento anni della prima squadra di calcio parmense (il Verdi Foot Ball Club ), e per l’occasione ha creato un nuovo badge da apporre sulle casacche crociate, derivato dal classico scudo parmense ma modificato con un tratto più moderno e dinamico, oltreché con l’aggiunta di un grande numero ‘100’ che si staglia sopra di esso..

Non si tratta affatto di un lavoro disprezzabile, quanto forse un po’ “fuori luogo”: un centenario è un evento che rimanda inevitabilmente ai tempi passati, sarebbe stato quindi preferibile pensare ad un emblema dal nike sb max più marcato sapore vintage, Molto più insolito quanto accaduto a Duisburg, con la compagine tedesca che ha pensato bene di festeggiare il “bizzarro” traguardo dei centoundici anni abbinando proprio il numero ‘111’, virato nei tradizionali colori bianco-blu della squadra, come sfondo al classico stemma in uso..

La particolarità dell’operazione esula da ogni giudizio… limitiamoci soltanto a dire che i festeggiamenti dovrebbero essere riservati ad anniversari “davvero” importanti nella storia di un club; in caso contrario, l’intento celebrativo finisce per perdere gran parte della sua efficacia. Termina qui la nostra panoramica sulle principali novità degli stemmi calcistici europei. Qual è il vostro pensiero su quest’importante aspetto dell’immagine di un club? E come giudicate le varie operazioni di rinnovamento attuate per la stagione 2013-2014?

“Vado via da questa Lega di m…”, è stata grossomodo questa la frase pronunciata da Aurelio De Laurentiis nell’assemblea della Lega di Serie A, convocata per discutere sui diritti tv e sulla possibilità di apporre un quarto marchio commerciale sulle divise da gioco (si conta anche quello del fornitore tecnico), Era stato proprio il presidente del Napoli a proporre nike sb max la modifica dell’articolo 72 delle NOIF, dopo che nel 2011 aveva ottenuto l’aumento dello spazio per gli sponsor da 250 a 350 cm², In quell’occasione dichiarò chiaramente la sua filosofia in merito: “Le auto di F1 sono tutte ricoperte di sponsor, Non capivo il motivo per il quale i club di calcio non potessero sfruttare la stessa possibilità”..

Non è un caso se il Napoli è l’unica squadra tra le cosiddette big a “sporcare” la maglia con due sponsor. A quanto si apprende dall’articolo di Marco Iaria sulla Gazzetta dello Sport, il vulcanico patron degli azzurri ha perso la pazienza quando Rinaldo Sagramola, amministratore delegato della Sampdoria, gli ha fatto notare che il valore economico delle sponsorizzazioni non cresce automaticamente con l’aumento degli spazi. A supporto della sua tesi ha citato uno studio comparativo della Lega, dove si evince che Premier League e Bundesliga (campionati con un solo marchio sulle maglie) vanno meglio di Ligue 1 e Liga.

L’esito della votazione è stato di 10 club contro e 9 a favore (quorum a 14), “La proposta è stata discussa, ma per ora è nike sb max stata accantonata” ha spiegato il presidente della Lega Maurizio Beretta, – Il pericolo “tabellone pubblicitario” per ora è scongiurato, ma dopo l’ apertura della FIGC agli sponsor sul retro maglia nei campionati minori ci attendiamo novità a breve, E, siamo sicuri, non piaceranno a tutti gli appassionati..

Con la presentazione della terza divisa – la seconda per le partite di Champions League – il Real Madrid ha completato la collezione adidas per il 2013-2014, Il colore scelto rappresenta nike sb max un inedito per le Merengues: l’arancione, che viene abbinato a colletto e rifiniture antracite, Maglia molto semplice, con colletto a V e senza inserti a contrasto se escludiamo le tre strisce lungo le maniche. I pantaloncini ed i calzettoni sono in tinta con la maglia, Presentata contestualmente anche la linea di allenamento e di rappresentanza per le notti di Champions League, in cui viene riproposto l’abbinamento antracite-arancione con la prima tinta dominante..



Messaggi Recenti