Maxi Sport - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Maxi Sport | Spedizione Gratuita

Arriva dall’Aterro do Flamengo, un parco ricreativo di Rio de Janeiro, la nuova maglia del Brasile per i Mondiali 2014, Lo sponsor tecnico Nike l’ha presentata ufficialmente durante maxi sport il “Festival dos Esportes”, una manifestazione sportiva che ha coinvolto migliaia di persone con una corsa podistica di 10 km, spettacoli, esibizioni di skateboard e un torneo 4vs4 di calcio, All’evento hanno presenziato Luiz Gustavo, il centrocampista del Wolfsburg, e il ct Felipe Scolari, Proprio quest’ultimo ha subito trovato un “difetto” al lavoro di Nike, esclamando “manca solo un dettaglio, la sesta stella”, Alla faccia della scaramanzia!.

Il design della nuova camisa rispecchia la tradizione della squadra verdeoro, “Il kit home del Brasile è come la bandiera nazionale, esso rappresenta il paese e il suo popolo” – ha detto Martin Lotti, Creative Director di Nike Football, La novità principale è il colletto verde a “Y” con i lembi cuciti uno sull’altro, Tale forma è stata studiata dai designers Nike per garantire una maggiore comodità e un look innovativo, All’interno del collo ritroviamo la stampa del “Canarinho” – soprannome dei brasiliani – questa volta disegnato dall’artista locale Bruno Big in un maxi sport triangolo verde..

Due cambiamenti anche per lo stemma della CBF (Confederação Brasileira de Futebol) sormontato dalle cinque stelle e con la scritta “Nascido para jogar futebol” sul retro, Il primo riguarda le dimensioni, infatti è leggermente più grande rispetto al recente passato; il secondo è costituito da un particolare effetto luccicante dato dal filo con cui è ricamato, Come di maxi sport consueto Nike ha prodotto due versioni, l’Authentic e la Stadium, entrambe in poliestere ricavato in modo ecologico, Nella composizione del tessuto dell’Authentic è presente il cotone (5%) ed è più leggera del 16% rispetto a quella della Confederations Cup, La traspirazione è assicurata dai fori laterali al laser che formano delle frecce sui fianchi e dagli inserti in micromesh ripetuti sulla schiena..

Nike ha curato nei dettagli anche i nomi ed i numeri con un font più snello. Essi sono microforati per non trattenere il sudore e con un bordo fluorescente che migliora la visibilità. A differenza di adidas che ha messo a soqquadro le tradizioni con le ultime uscite, Nike ha scelto di mostrare i kit con gli abbinamenti classici. Se per la Francia abbiamo visto la divisa in blu-bianco-rosso, ecco che Neymar e compagni sono raffigurati in giallo-blu-bianco. Ciò non toglie che entrambe potrebbero giocare con combinazioni differenti, il ricordo del Brasile con pantaloncini e calzettoni bianchi durante la Confederations Cup 2013 è ancora vivo. Purtroppo.

Il debutto ufficiale si terrà il 5 Marzo maxi sport 2014 a Johannesburg, quando la nazionale brasiliana affronterà il Sudafrica nell’ultimo test amichevole prima dei Mondiali casalinghi, Un campionato atteso da un paese intero che spera proprio di non rivivere quanto successe nel 1950, Il fantasma uruguaiano è dietro l’angolo, Cosa ne pensate del nuovo look di Nike per i Pentacampeões?.

“Da un appello accorato, fatto col cuore e la passione di chi segue il calcio da quarant’anni, nasce il nuovo progetto per salvare il calcio a Foggia.” Queste le parole che sul sito ufficiale del Foggia Calcio descrivono nel miglior modo la mission della giovane squadra pugliese e sintetizzano ciò che è stato fatto per non dilapidare un patrimonio fatto di quasi cento anni di storia, di una gloriosa tradizione calcistica e del calore di migliaia di tifosi appassionati. Giovane squadra, dicevamo, ma solo dal punto di vista anagrafico; il Foggia Calcio S.r.l. infatti, è una società fondata nell’agosto 2012, aderendo all’art. 52 comma 10 delle Norme Organizzative Interne Federali della Figc in seguito all’esclusione dai campionati professionistici dell’Unione Sportiva Foggia, ma è considerata dalla tifoseria la naturale continuazione dell’U.S. Foggia, di cui eredita la lunga storia e la casa: lo stadio Pino Zaccaria e, naturalmente, le maglie rossonere.

Ciò che invece la nuova società non ha potuto ereditare, col rammarico di moltissimi appassionati e tifosi, è l’amatissimo stemma con i Satanelli, il caratteristico emblema che vede raffigurati al suo interno due diavoli rossoneri con il pallone al piede, Il celebre stemma è di proprietà dell’US Foggia, società ancora in essere ma che, non maxi sport essendosi iscritta al campionato di Prima Divisione di Lega Pro 2012-2013 si ritrova oggi in Terza Categoria, Va detto che lo stemma in parola non può essere definito lo storico simbolo del Foggia dal momento che la sua prima apparizione sulle casacche rossonere è piuttosto recente, Nonostante ciò lo stemma con i Satanelli, a causa della sua particolarità dovuta all’insolita forma circolare e al simpatico disegno dei due diavoli, era uno scudetto unico nel panorama calcistico italiano..

Ad accrescere la sua popolarità tra tifosi e appassionati di calcio ha contribuito in maniera decisiva il fatto di essere entrato nell’immaginario collettivo come simbolo del leggendario Foggia di Zeman, una squadra che sulle ali di un 4-3-3 spiccatamente offensivo, divenuto proverbiale biglietto da visita dell’allenatore boemo, e di un gioco esclusivamente votato all’attacco, riuscì a vincere il campionato di Serie B nella stagione 1990-1991, Il Foggia di Zeman fece divertire e parlare maxi sport di se anche nelle successive stagioni di Serie A, arrivando addirittura a sfiorare l’accesso in Coppa UEFA nel 1993-94..



Messaggi Recenti