Fjallraven Kanken Batoh - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Fjallraven Kanken Batoh | Spedizione Gratuita

La franchigia fu fondata nel 1993 dalla Walt Disney Company con il nome di Mighty Ducks of Anaheim, agganciandosi all’ omonimo film che aveva lanciato l’anno precedente, Inizialmente i colori del team erano verde-viola-bianco-grigio e lo stemma era una maschera da portiere in vecchio stile con le fattezze di un papero Disney, uno dei look più iconici degli anni ’90, Dal passaggio di proprietà del 2005 Anaheim veste di nero-arancione-bronzo e ha come stemma una D stilizzata e piuttosto anonima, L’arancione è un omaggio alla contea di Orange County, dove fjallraven kanken batoh ha sede la franchigia..

Le nuove maglie sono un adattamento inalterato al nuovo template Adidas, Per rivedere il papero, i colori storici o un generale cambio di look bisognerà aspettare ancora, Per ora ci si deve accontentare dello stemma secondario fjallraven kanken batoh sulla spalla, sul quale compare una rielaborazione del logo delle origini, Un team dalla storia tribolata, fatta di traslochi, rischi di fallimento e cambi di identità, nonché di alcune delle maglie più folli della storia della NHL, I colori attuali richiamano l’arenaria e il deserto tipici dell’Arizona, mentre il logo è un coyote ululante piuttosto semplice ma di effetto e riconoscibilità immediati..

Anche in questo caso le maglie sono praticamente uguali a quelle dell’anno scorso, Sulle spalle della home troviamo uno stemma secondario recante l’impronta di un coyote con la “A” di Arizona all’interno, La away, invece, opta per una stilizzazione della bandiera dello stato, Purtroppo fjallraven kanken batoh il particolare più interessante è nascosto all’interno del colletto: una serie di disegni in stile kachina tipico delle culture native della regione, omaggiate in maniera più appariscente sulle maglie degli anni ’90..

Fondato nel 1924, è uno degli Original Six, nonché il team più antico tra quelli degli Stati Uniti. In origine i colori erano giallo, bianco e marrone chiaro. Negli anni ’30 arrivò il nero a sostituire il marrone, ma sempre come colore secondario. Per vedere la prima maglia con base nera bisogna aspettare la soglia degli anni ’50. La maglia dei Bruins è una delle più iconiche e classiche di tutta la lega e, in quanto tale, è stata riproposta pari pari nel nuovo template. Allo stemma circolare sul petto fanno da contraltare quelli secondari sulle spalle, raffiguranti una versione moderna del logo delle origini: un orso bruno accompagnato dalla scritta Boston Bruins.

Il nome della franchigia e della città sono gli elementi che spiccano sullo stemma particolarmente aggressivo, raffigurante un bisonte accompagnato da due sciabole incrociate, Lo stemma e i colori sono gli stessi delle origini, anche se il blu è di fjallraven kanken batoh diverse tonalità più scuro, Tuttavia tra gli anni ’90 e il 2010 i Sabres hanno vissuto un periodo di sperimentazione grafica e cromatica: per 10 lunghi anni i colori furono nero, rosso e argento, mentre lo stemma venne sostituito da due versioni, entrambe considerate tra i peggiori loghi della storia della NHL..

Le nuove maglie sono una versione aggiornata e più pulita di quelle Reebok. Scomparsi gli inserti bianchi che facevano da contorno al corpo della maglia, rimangono invece i numeri frontali, caso unico in tutta la NHL. Non c’è traccia del ritorno al royal blue dei primi anni, auspicato da tifosi e addetti ai lavori, nonostante sia già utilizzato da sei altre squadre. La prima franchigia canadese che incontriamo nel nostro percorso ha origine ad Atlanta. Il team traslocò dalla Georgia nel 1980, mantenendo gli stessi colori (rosso, giallo e bianco), la stessa maglia e praticamente lo stesso logo (la A rossa infuocata divenne una C). Dopo pochi anni fu introdotto il nero, inizialmente solo per i dettagli, per poi farsi via via più presente, fino a sostituire il giallo come colore secondario e il rosso della C sullo stemma, una scelta che non ha mai particolarmente convinto la fan base.

Anche in questo caso le maglie sono una versione aggiornata e più pulita del vecchio modello, I tifosi avrebbero preferito vedere qualcosa di nuovo, fjallraven kanken batoh ma soprattutto ritrovare lo stemma con il riempimento bianco, Sulle spalle non ci sono loghi o stemmi secondari, ma la bandiera dell’Alberta e del Canada, La franchigia nacque nel 1997 in seguito alla ricollocazione dei compianti Hartford Whalers (anche 20 anni dopo la sua “morte”, lo stemma dei Whalers è considerato uno dei loghi più iconici della storia dello sport in generale), Al contrario di quanto successo con i Flames, il trasloco portò con sé un cambio di look totale, dai colori, presi dalla squadra universitaria locale, al nome, ispirato ai numerosi uragani che si abbattono sulla North Carolina, Lo stemma è un uragano stilizzato..

Quella dei Canes è la prima maglia visibilmente modificata e, a mio avviso, migliorata, L’aggiunta del nero in fondo a maniche e maglia ha reso il look più interessante e aggressivo, Mentre la striscia rossa tra le fasce bianche vede il gradito ritorno delle “storm flags” (le bandiere utilizzate negli USA per comunicare l’allarme uragano) Il nome della franchigia nata nel fjallraven kanken batoh 1926 deriva dal soprannome della divisione dell’esercito nella quale prestò servizio il fondatore, Lo stemma è il semplice profilo di un nativo americano disegnato a matita da sua moglie, inizialmente bianco e nero, poi rosso-nero-crema e infine con i colori attuali a partire dal 1965..



Messaggi Recenti