Fjallraven Bags - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Fjallraven Bags | Spedizione Gratuita

In seguito al fallimento del 1994, la società si è ricostituita con il nome L’Aquila Calcio ed è stata protagonista di un’ascesa fulminea che l’ha portata in pochi anni dai dilettanti a lottare nuovamente per la Serie B, In questo periodo la società si mise in luce per numerose iniziative che richiamarono l’attenzione della città, In particolare, nel 1999, il nuovo sponsor tecnico — la Galex di Alessandro Gaucci — lanciò un’innovativa maglia con sole tre strisce (due rosse e una di una variante molte tenue di blu) e il caratteristico logo dell’azienda sulle maniche, Parallelamente venne stravolto anche lo stemma societario che divenne un caratteristico scudo inquartato di rosso e di blu con un’aquila in picchiata vista frontalmente e il Gran Sasso d’Italia stilizzato sullo sfondo; a cornice, un pallone ed il nastro con fjallraven bags impresso il nome della società, Particolare dello stemma era la presenza dell’aquila di mare testa bianca (già simbolo degli Stati Uniti d’America) e non dell’aquila reale effettivamente presente in Abruzzo..

Nel 2004 un nuovo fallimento ha sconvolto l’ambiente rossoblù, Ancora una volta il calcio aquilano è dovuto ripartire dai campionati dilettantistici e fjallraven bags modificare la ragione sociale, che dal 2010 è diventata definitivamente L’Aquila Calcio 1927, Il nuovo logo, utilizzato a partire dal 2007, presenta vistosi richiami a quello precedente — come la suddivisione in quarti (che ha anche un particolare valore simbolico essendo la città effettivamente suddivisa in quattro quarti) e l’utilizzo dell’aquila “americana” — con alcune modifiche, come ad esempio la forma divenuta circolare, Inoltre, l’aquila è tornata ad essere vista di profilo e non frontalmente, come negli stemmi degli anni Ottanta e Novanta, È interessante anche notare come i quarti in cui diviso lo stemma evidenzino una bicromia bianco-rossa (con il blu “relegato” al disegno dell’aquila, al bordo e alle scritte) che sono gli antichi colori civici della città, poi modificati in seguito al terremoto del 1703 nel nero e verde attuali, in segno “di lutto e speranza”..

Una volta tornata tra i professionisti (2010) la nuova società si è legata alla Macron che le ha fornito una maglia caratterizzata da quattro strisce verticali (due blu e due rosse) e maniche bicolori, fjallraven bags in uso fino allo scorso turno di campionato, A partire da oggi invece L’Aquila avrà una maglia esclusiva (scelta, come detto, dai tifosi tramite un sondaggio web) con cui inseguire nuovamente il sogno della serie B che manca, alle pendici del Gran Sasso, da quasi ottant’anni, Per quanto riguarda il completo per le gare in casa, il 65,4% dei partecipanti al sondaggio si è espresso per un ritorno alle consuete nove strisce (cinque blu e quattro rosse); le strisce si fermano in corrispondenza delle cuciture e lateralmente la maglia si presenta interamente rossa, Le maniche si mantengono bicolori ma quest’anno entrambe le spalle sono blu mentre in precedenza i colori erano alternati, Tra le maniche e il corpo della maglia, inoltre, è un inserto bianco, colore che è ripreso anche nel colletto, Sul retro le strisce centrali si interrompono per formare il riquadro rosso nel quale è inserito il numero..

Da dicembre la maglia sarà probabilmente “sporcata” dal nuovo main sponsor sul quale, al momento, c’è il riserbo più assoluto della società. Ancora più fedele alla tradizione è invece il completo per le gare da trasferta che esordirà con ogni probabilità domenica prossima a Nocera Inferiore. In questo caso, il 76,4% dei tifosi ha optato per una classica maglia bianca contraddistinta da una banda diagonale rossa e blu, simile a quella del Bologna Football Club (anch’esso targato Macron) da cui, con ogni probabilità, la squadra del capoluogo abruzzese ha ereditato i colori sociali. Come per la home, la banda (che presenta un ulteriore bordatura rossa e blu) si interrompe in corrispondenza delle cuciture laterali. Il logo societario è posto in posizione eccentrica a margine della banda rossa bordata di blu. La divisa scartata prevedeva, invece, la banda bicolore disposta orizzontalmente.

Per L’Aquila Calcio la maglia a bande diagonali è un amarcord fjallraven bags degli anni Sessanta quando la formazione rossoblù militava nell’allora Serie C unica, categoria che tornerà proprio a partire dalla prossima stagione ma di cui questa volta L’Aquila — attuale capolista del girone B di Prima Divisione, con una partita in meno delle inseguitrici — spera proprio di non far parte..

Cambio di main sponsor in corsa per l’ Hellas Verona che ha sottoscritto un contratto con Franklin & Marshall fino al termine della stagione. La società scaligera porterà sul petto – a partire dal posticipo del 2 Dicembre contro la Fiorentina – il marchio del brand di abbigliamento nato proprio a Verona nel 1999. Termina quindi l’esposizione dello sponsor Manila Grace, la marca di moda di cui è proprietario il presidente dell’Hellas Maurizio Setti. Per Franklin & Marshall è la seconda sponsorizzazione sportiva nel territorio, infatti già dal 2006 è partner del Cus Verona Rugby.

“Sono molto felice dell’accordo raggiunto – ha dichiarato Giuseppe Albarelli, socio fondatore di Franklin & Marshall -, Franklin & Marshall ha sempre sostenuto lo sport perché lo ritiene una componente importante della vita di ciascun individuo, Franklin & Marshall è un’azienda veronese ma con forte respiro internazionale e sono convinto che il nostro brand ben si sposi con una squadra come l’Hellas che porta alto il nome di Verona non solo in Italia ma anche nel mondo, Non è un mistero che il campionato di fjallraven bags Serie A sia visto ovunque, Anche in quei mercati dove abbiamo una presenza molto importante”..

“La scelta, mia e del mio socio Andrea Pensiero, – ha concluso Albarelli – di associare il brand alla maglia dell’Hellas è motivata dalla ferma convinzione che il sistema calcio italiano possa essere un ottimo veicolo per diffondere il nostro marchio fjallraven bags in italia e nel mondo, Soprattutto ora che sono evidenti i passi mossi dal movimento verso quella modernità e civiltà respirata negli stadi di altri paesi come Germania e Inghilterra, Stati nei quali il calcio è vissuto per quello che è: sport e spettacolo”..



Messaggi Recenti