Adidas Zx 750 - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Adidas Zx 750 | Spedizione Gratuita

L’usanza delle mascotte fu lanciata direttamente dalla fantasia di “Carlin” Bergoglio, grande redattore del Guerin Sportivo, giornalista, disegnatore, umorista e scrittore, Aveva pensato di semplificare l’appartenenza a un campanile individuando un simbolo per ogni squadra, attingendo soprattutto al mondo animale (infatti le chiamò animalìe ) e classificando la adidas zx 750 raccolta sotto il titolo Araldica dei Calci. Il settimanale invitava così i suoi corrispondenti locali a interrogare gli sportivi della propria città e, per mezzo di un referendum su qualche testata locale, decidere in base a colori sociali, stemma cittadino o maschera del posto, un animale o comunque un personaggio da abbinare alla società calcistica..

Anche i baresi ebbero il loro referendum, I colori erano quelli della città, bianco e rosso, già scelti dall’ex Liberty che insieme al vecchio nome aveva anche ripudiato il bianco e blu dello stemma provinciale, Paolo Magrone lanciò “Pettirossi”, Alfredo Bogardo propose “Galletti”, adidas zx 750 Stravinse la seconda proposta, che fra l’altro era stata già anticipata dalla matita di Carlin Bergoglio sul Guerin Sportivo nel 1928, e questa idea del galletto, aggressivo, pronto alla zuffa, vivace e intraprendente finì col prevalere..

Il più recente pittogramma stilizzato, invece, venne proposto nella stagione 1979-80 allorché il Bari si affidò ai compassi dello sponsor tecnico Pouchain, prima ditta in Italia ad accorgersi del potenziale economico derivante dalla vendita del merchandising, che proponeva alle proprie squadre nuovi marchi, più moderni e riconoscibili nonchè più facili da riprodurre, Le matite della Pouchain erano guidate dal grande designer Piero Gratton, autore – solo per citare alcuni esempi – del logo della UEFA, del lupetto della Roma nel 1978 e degli europei del 1980 e che, secondo alcune fonti, sfornò anche il suddetto pennuto: un segno dal grande potenziale che non sempre è stato sfruttato adeguatamente dalla società pugliese che negli anni lo ha troppo spesso ingabbiato in adidas zx 750 toppe ovali che ne hanno tarpato la forza comunicativa..

Sicuramente il nuovo logo non mancherà di scatenare polemiche e già abbiamo potuto cogliere una certa ironia sui social network, mentre agli estimatori della sintesi grafica anni ’80 scenderà già qualche lacrima per l’ennesimo simbolo caduto sotto i colpi del restyling, tuttavia forse un cambio era necessario ma… c’era proprio bisogno di spennare il galletto?

Primo ottavo (Brasile – Cile) : Continuano le difficoltà per i “Verdeoro”, che superano l’ostacolo Cile solo al quinto rigore, Che per la truppa di Scolari non sarebbe stata una partita semplice lo sapevano tutti, ma la “Roja”, in questo ottavo, ha sbalordito tutti ancora una volta, dimostrando di adidas zx 750 potersi giocare ad armi pari il match fino alla fine, pur con un Arturo Vidal non al 100% della forma, Un pensiero particolare va a Jara, autore dell’ ultimo rigore stampato sul palo interno, decisivo per il risultato finale: il classico esempio di quante gioie, e allo stesso tempo, quanti dolori possa regalare il calcio..

Secondo ottavo di finale (Colombia – Uruguay) : Forse l’ unica partita davvero con poca storia di questi ottavi: la “Celeste”, orfana di Suarez, si è dimostrata una squadra modesta, con un Cavani che non si è dimostrato totalmente capace di reggere l’ attacco da solo, poichè l’altro interprete del reparto, Diego Forlàn, non è più il cecchino inarrestabile di un tempo. D’altra parte la Colombia sta letteralmente volando, ha trovato in James Rodriguez e Juan Cuadrado dei veri Top-Player su cui poter contare ed è riuscita anche a “blindare” una difesa che, alla vigilia del torneo si riteneva il grande punto debole della squadra. Adesso l’assenza di Radamel Falcao non fa più così paura.

Terzo ottavo di finale (Olanda – Messico): Dopo aver finito il girone a punteggio pieno, annientando la Spagna e superando Cile e Australia senza troppi intoppi, ha incontrato un Messico in formissima, con un portiere in stato di grazia, e solo negli ultimissimi minuti è riuscita a superare l’ ostacolo “Tricolor”, Adesso i limiti adidas zx 750 degli “Orange” iniziano a farsi vedere, e se Van Persie non trasforma in oro ogni palla che gli capita tra i piedi, l’efficacia degli uomini di Van Gaal scema inesorabilmente, Onore ai messicani, comunque, che lasciano il Brasile a testa altissima..

Quarto ottavo di finale (Costa Rica – Grecia): Doveva essere l’ottavo meno interessante, invece le due compagini, pur non mostrando un calcio di livello stratosferico, se la sono giocata a viso aperto, dando vita ad un match al cardiopalma, Anche qui non sono bastati 120 minuti per decretare un vincitore, Rimane comunque il rammarico per i greci, che, raggiunto il pareggio in extremis, e con un uomo in più, non sono riusciti a portare definitavemente il match dalla loro parte, Quinto ottavo di finale (Francia – Nigeria): Molte difficoltà anche per i transalpini che contro la Nigeria, sbloccano la gara solo grazie ad un errore del portiere africano, garantendosi poi il passaggio ai adidas zx 750 quarti, con l’autogol di Yobo nel recupero, Le statistiche dicono che la Francia è tra le squadre che tentano il tiro verso la porta più volte, e nel prossimo turno, sarà necessario ritrovare quella vena offensiva, o saranno dolori..



Messaggi Recenti