Adidas Deerupt Uomo - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Adidas Deerupt Uomo | Spedizione Gratuita

Capello regala alle ‘Merengues’ una solidità eccezionale in campionato e costruisce il telaio di una squadra destinata a mietere successi, Roberto Carlos e Panucci terzini, Hierro e Sanchis centrali, Seedorf, Redondo e Vazquez a centrocampo, con Guti che si affaccia in prima squadra, In attacco la fantasia e la potenza dei ‘cugini’ balcanici Suker e Mijatovic, supportati dalla sempre maggior consapevolezza di Raul, Il Real vince il campionato con 2 sole lunghezze in più del ‘Barça’ che si accontenta della Coppa del Re (eliminando negli ottavi proprio le ‘Merengues’) e della Coppa delle Coppe, Quattro sole sconfitte in 42 partite disputate, Due partite chiave: Real-Barcellona 2-0 (Suker e Mijatovic) del dicembre 1996 ed Atletico Madrid-Real 1-4 del gennaio 1997 (Seedord, Raul e Victor i mattatori), La vittoria nella Liga però non basta, Il gioco adidas deerupt uomo poco spettacolare e alcuni dissidi con Sanz convincono Capello ad accettare il ritorno al Milan, Per l’ennesima volta le ‘Merengues’ ripartono da capo..

Il presidentissimo Sanz si trova davanti allo spettro della stagione del suo insediamento che vide il sesto posto ed una Champions League discreta ma ancora insoddisfacente, Il Real Madrid non adidas deerupt uomo se lo può permettere un’altra volta, tenendo conto in particolar modo che non vince un trofeo internazionale dal 1986, La scelta dell’allenatore ricade su un tedesco pratico e dal pedigree importante: Jupp Heynckes  che arriva dal Tenerife, trascinato addirittura alla semifinale di Coppa Uefa (citofonare casa Lazio) e che ha già vinto alla guida del Bayern Monaco alla fine degli anni ’80..

La squadra formata da Capello è già forte: Buyo si ritira, Milla, Alkorta e Lasa sono le partenze illustri, L’attaccante Dani torna alla casa base, dove trova il gioiello Morientes arrivato dal Real Saragozza, Ecco anche il fantasista brasiliano Savio, il adidas deerupt uomo francese Karembeu e il possente difensore Aitor Karanka, Nessuna rivoluzione, questa volta, Il telaio c’è, bisogna farlo lavorare in un certo modo, Kelme, questa volta, cambia linea, Per la divisa home presenta un completo ‘blanco’ con vistoso collo malva sfumato e lo stemma del Real Madrid centrale, sopra lo sponsor ‘Teka’, La maglia ha due fasce traspiranti sui fianchi con un mesh traslucido e sui bordi delle maniche è presente un triangolo malva con la classica ‘zampa’..

La maglia da trasferta è malva (uno dei colori, giustamente, più utilizzati da Kelme) con un colletto in maglieria nero con finiture bianche. Stemma societario al centro e due profili bianchi sui fianchi. Sulla parte alta finale delle maniche è presente una banda in malva chiaro con due ‘zampe’. La terza divisa è assolutamente rivoluzionaria: nera di base con un motivo geometrico orizzontale bianco e malva. Colletto a polo bianco al cui interno è presente la ‘zampa’ con il lettering ‘R.M.C.F’, sulle parte finale delle spalle è presente una banda bianca con le due zampe.

Heynckes si dimostra tecnico intelligente e anche dal punto di vista tattico non stravolge la squadra ereditata da Capello, dando comunque un impronta adidas deerupt uomo personale con un gioco votato maggiormente alla proposizione e scegliendo Canizares per il ruolo di portiere in campionato e Illgner per quello in coppa, La stagione inizia bene con la vittoria in Supercoppa ai danni del Barcellona di Louis van Gaal, Decisivo il 4-1 del ‘Bernabeu’ (dopo la sconfitta per 2-1 al ‘Camp Nou’) con Raul (doppietta), Mijatovic e Seedorf sugli scudi, La vittoria così ampia sembra presagire una stagione indimenticabile, e così sarà..

La Liga, però, scivola via malamente, con entrambi i ‘Clasicos’ concessi all’avversario ed il quarto posto finale dietro anche al duo basco Athletic Bilbao-Real Sociedad. In Coppa del Re l’avventura termina agli ottavi (‘matador’ il Deportivo Alaves). In Champions League, però, suona tutta un’altra musica. Il Real ha sollevato l’ultima volta la ‘coppa dalle grandi orecchie’ nel 1966. Un’attesa troppo lunga per un club che può vantare sei vittorie nella competizione. Heynckes sa che deve fare meglio dei suoi predecessori e la fase a gironi viene affrontata con grande piglio. Demoliti il Porto (2-0 in Portogallo, 4-0 in Spagna) e l’Olympiacos (5-1 e 0-0). 4-1 anche contro il Rosenborg che infligge agli spagnolo un 2-0, ininfluente, nella quinta giornata.

La squadra accede ai quarti di finale dove trova il Bayer Leverkusen di Cristoph Daum, L’andata in Germania è molto complicata: Beinlich apre le marcature, Le ‘Aspirine’ sono toste con stoccatori e adidas deerupt uomo faticatori del calibro di Ramelow, Emerson, Kirsten, Worns e Nowotny, Illgner (portiere di coppa) salva il risultato parando tutto e Karembeu sigla l’1-1 a meno di venti minuti dalla fine con un tocco da calcetto, Il ritorno è meno difficoltoso: ancora Karembeu, Morientes (sempre più decisivo) e Hierro mettono il sigillo sul 3-0, Il Real sbarca in semifinale..

Sulla strada tra Heynckes e la finalissima di Amsterdam c’è un’altra tedesca: il Borussia Dortmund campione in carica allenato dall’italiano Nevio Scala, La gara è surreale e inizia con più di un’ora di ritardo per la rottura dei tiranti di una delle due porte adidas deerupt uomo del ‘Bernabeu’ dovuta all’esagitazione dei tifosi di casa, Quando le squadre scendono in campo (nonostante le polemiche dei tedeschi) il Real ne ha di più e con Morientes e Karembeu (ancora loro!) ipoteca la finale, Il ritorno al ‘Westfalenstadion’ infatti termina 0-0: dopo 17 anni dalla finale persa al ‘Parco dei Principi’ contro il Liverpool, le ‘Merengues’ hanno la possibilità di tornare sul tetto d’Europa..



Messaggi Recenti