Adidas Deerupt - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Adidas Deerupt | Spedizione Gratuita

Hypervenom si rifà alla pelle dei rettili, mentre la stampa leopardata delle Mercurial vuole omaggiare la spiccata tendenza del modello a privilegiare la velocità su qualsiasi altra caratteristica, Le Tiempo recano invece un tema che si ispira al leone e alla sua nota capacità di leadership, proprio perché il modello rappresenta il capostipite e il fondamento del successo di Nike nel settore delle scarpe da calcio, Infine, le CTR360 adidas deerupt traggono ispirazione dagli uccelli rapaci, pronti a “graffiare” al momento opportuno..

La fodera interna è caratterizzata da una rappresentazione grafica degli scheletri degli animali a cui ogni modello punta a rifarsi, con un tocco di colore per identificare ogni scarpa ancor più distintamente, “ Volevamo creare un modello intuitivamente ispirato ai predatori per accentuare l’orientamento di ciascuna scarpa, Abbiamo usato una grafica nascosta basata sul bianco in modo tale che ad un primo sguardo possa sembrare un design semplice, ma ad un più attento esame riescano a vedersi alcuni particolari di questa grafica unica “, ha affermato Denis Dekovic, adidas deerupt Design Director di Nike..

Continuando la rassegna di approfondimenti sulla Lega Pro ci fermiamo in Campania, e più precisamente a Salerno dove andiamo ad analizzare le principali novità sul fronte maglie della Salernitana, impegnata nel girone B di Prima Divisione, Mai come in questa stagione infatti, si è parlato di maglie in casa dell’ippocampo: un sondaggio tra i tifosi per la scelta della prima divisa, il ritorno alle origini per i colori della terza maglia, e una rischiata multa per il suo utilizzo, adidas deerupt Ma andiamo con ordine..

L’ Unione Sportiva Salernitana 1919, comunemente detta Salernitana, è la principale società calcistica di Salerno; la sua storia quasi secolare, che inizia nel lontano 1919, parla di due soli campionati nella massima serie nelle stagioni 1947-1948 e 1998-1999 e di ben tre rifondazioni, l’ultima delle quali nel 2011 per questioni finanziarie. Il 26 luglio 2011 venne infatti fondato il Salerno Calcio aderendo all’art. 52.10 delle Norme Organizzative Interne Federali (NOIF) in seguito all’esclusione dalle competizioni calcistiche del precedente assetto societario. Una situazione molto simile a quella che abbiamo raccontato qualche settimana fa parlando del Foggia, ma con la fondamentale differenza che in questo caso siamo già al lieto fine; la squadra campana, a differenza di quella pugliese infatti, può fregiarsi dello storico simbolo dell’ippocampo e della denominazione originale.

Non sono solo gli aspetti legali a far contenti i tifosi salernitani: sul terreno di gioco la situazione dei granata non è meno entusiasmante e la squadra adidas deerupt di proprietà di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, sta rapidamente risalendo la china riavvicinandosi alle categorie più prestigiose del calcio italiano, In soli due campionati, grazie a ben due promozioni consecutive arrivate sotto la guida di mister Perrone (il primo allenatore granata a riuscire in tale impresa), la Salernitana è passata dalla Serie D alla Prima Divisione, con vista sulla Serie B..

La squadra, che gioca le sue partite casalinghe allo stadio Arechi, è solita scendere in campo indossando il color granata, ma non è stato sempre così. Come in molte altre realtà del nostro calcio, pensiamo a Juventus e Fiorentina, anche la squadra campana agli albori della sua storia utilizzava colori diversi da quelli attuali e nello specifico, le prime maglie della Salernitana erano bianco-celesti a strisce verticali. Nel periodo tra il 1922 e il 1927, poi, la squadra, sotto il nome di Salernitanaudax adottò una divisa a strisce nero-celesti per sancire la fusione tra la Salernitana (bianco-celeste) e lo Sport Club Audax (bianco-nero). In seguito, con la rifondazione della società, nella stagione 1927-28 apparvero per la prima volta le celebri divise granata, ma solo per un breve periodo, nel 1929 infatti i campani tornarono a vestire bianco-celeste pur alternando in numerose occasioni la maglia granata.

Il 1943 è l’anno che sancisce l’adozione definitiva delle divise granata, anche se le attività sportive ricominceranno solo a guerra finita, C’è chi dice che questa scelta fu presa per omaggiare il Grande Torino, e chi addirittura sostiene che il colore granata nacque dalla tinteggiatura approssimativa delle divise militari dell’epoca, una soluzione improvvisata dovuta agli stenti lasciati dalla guerra, ma queste sono solo leggende, Parlando di leggende, è doveroso raccontare il periodo più glorioso della recente storia della Salernitana, e del campionato stellare che, nella stagione 1997-98 portò i granata a vincere il campionato di Serie B, guadagnando la possibilità di partecipare alla Serie A dopo cinquant’anni dalla prima e ultima apparizione, In questa cavalcata, i granata guidati da mister Delio Rossi furono trascinati dalle reti della più prolifica coppia gol del campionato, composta dal giovane bomber Marco Di Vaio che si impose come capocannoniere del torneo con ben 21 reti in 36 partite giocate, e dall’esperto attaccante romano Edoardo Artistico, che adidas deerupt contribuì con un bottino di 12 centri..

L’anno seguente, nella massima serie, i campani non riuscirono ad ottenere la storica salvezza soltanto per un punto, ritornando dopo una sola stagione in Serie B, Nonostante questo verdetto, la stagione dei granata non fu avara di soddisfazioni e la squadra, lanciando calciatori come Marco Di Vaio, Gennaro Gattuso, Ighli Vannucchi e David Di Michele giocò a viso aperto sui campi più prestigiosi del calcio italiano, adidas deerupt Tra le mura amiche si guadagnò il soprannome di “ammazza-grandi” dopo aver sconfitto squadroni del calibro di Lazio, Roma, Inter e Juventus..



Messaggi Recenti