Ray Ban Uomo - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Ray Ban Uomo | Spedizione Gratuita

Nomi e numeri sono in giallo, Anche qui all’interno del colletto c’è  lo stemma ray ban uomo cantonale, All’altezza delle spalle ci sono alcuni dettagli gialli che impreziosiscono la divisa, Le tre divise da portiere sono previste in “modalità Power Rangers”: rosso, viola e verde con le spalle fasciate di bianco e una trama tono su tono a righe orizzontali, Calzoncini e calzettoni sono in tinta con la maglia, Le casacche sono state presentate al pubblico una settimana prima dell’inizio del campionato con una festa organizzata allo Stade de Suisse Wankdorf Bern, al termine della quale i tifosi hanno potuto acquistare le nuove divise e incontrare i giocatori..

La collezione di Jako però non finisce qui, In occasione dei preliminari di Europa League, conquistati con il terzo posto in classifica nello scorso campionato e che ha visto i bernesi prevalere nel doppio confronto contro i ciprioti dell’Ermis Aradippou, è spuntata a sorpresa una terza divisa a ray ban uomo strisce bianche tono su tono, arricchita da dettagli gialloneri sul colletto e sulle maniche, Se diamo uno sguardo alle divise del passato dello Young Boys, così come accade nella vicina Bundesliga con il Bayern Monaco, possiamo dire che i bernesi non hanno una maglia caratteristica che li contraddistingue..

Anche se il colore principale resta sempre il giallo con dettagli neri, gli stessi vengono declinati in maniera sempre diversa: infatti ritroviamo maglie con righe verticali più o meno regolari, a strisce orizzontali più o meno spesse, bordate sulle spalle e così via, Curiosità finale: lo Young Boys porta questo nome perché gli studenti liceali che fondarono il club nel 1898, volevano contrastare la leadership dell’Old Boys, una ray ban uomo squadra basilese molto popolare a quei tempi, Vi piacciono le maglie 2014-2015 dei bernesi firmate Jako? Quale pensate possa rappresentare meglio i gialloneri?.

Qualche mese fa il Losanna, squadra appena retrocessa nella Challenge League svizzera, ha intervistato il suo magazziniere. Un pezzo molto interessante che ci fa scoprire cosa succede dietro le quinte del club biancoblù. In un club professionistico il ruolo di magazziniere è essenziale per il buon funzionamento della squadra, ma non è molto pubblicizzato. A parte i più fedeli sostenitori del Losanna, chi sa dare un volto a questa funzione che richiede un grande impegno all’interno dello stadio La Pontaise ? Di seguito l’intervista a Bernard Rohrbach, impiegato presso i vodesi da ormai tre anni e mezzo.

Come hai ray ban uomo iniziato a lavorare per il Losanna? Ho iniziato come spettatore quando la mia attività di ristoratore me lo permetteva e nel 1985 mi hanno chiesto di giocare per la squadra senior che ho successivamente allenato salendo di categoria, Da quattro anni ho smesso di fare l’allenatore e parallelamente ho iniziato ad occuparmi dell’accoglienza degli arbitri in occasione delle partite della prima squadra, Su richiesta del club ho iniziato a dare una mano al vecchio magazziniere che nel frattempo ha deciso di smettere, È così che mi sono trovato a lavorare da solo dopo 18 mesi..

Com’è stato il primo contatto con i giocatori? È stato molto buono perché li conoscevo già prima di prendere in mano questo compito. Quando sono entrato per la prima volta nello spogliatoio nessuno è rimasto sorpreso. Hai conosciuto diversi allenatori dall’inizio della tua attività. Il tuo lavoro cambia in funzione del coach o è sempre lo stesso? No! Il lavoro non cambia. Sono molto libero nella gestione del mio tempo di lavoro. Finché trovano tutto pronto (divise, materiale d’allenamento, bibite, materiale per le partite in trasferta, ecc…) mi lasciano lavorare in maniera autonoma.

Quante ore alla settimana dedichi al Losanna? Non le ho mai calcolate di preciso, Anche se non mi stresso, passo le mie giornate alla Pontaise, È un po’ come una seconda casa, Visto che ray ban uomo sono mattiniero, alle 6.45 sono già allo stadio, Se è previsto un solo allenamento sono occupato in media 6 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, Se invece sono previste due sessioni di allenamento bisogna aggiungerci qualche ora supplementare, Infine il giorno della partita il lavoro termina nel bel mezzo della notte, Specialmente in occasione delle trasferte..

Qual è il tuo rapporto con staff e giocatori? Il rapporto è eccellente, Non ho mai avuto problemi né coi giocatori, né con l’allenatore, Di tanto in tanto mi metto a gridare per via del mio carattere, ma non è mai successo niente, Ti succede mai di fare da balia o di essere in confidenza coi giocatori? Essendo molto vicino allo spogliatoio mi capita di sentire certe cose per bocca dei giocatori, ma il mio ruolo è quello di ascoltare tutto e non riferire niente, Un po’ come quando ero ristoratore, Sicuramente si confidano più con me che con l’allenatore quando le cose non vanno, però quello che mi dicono rimane tra di noi, Se cominci a parlare troppo iniziano i problemi, La mia discrezione é anche all’origine dei buoni rapporti con i giocatori, lo ray ban uomo staff e la dirigenza del club, Lo spogliatoio di una squadra deve essere ermetico, Quello che succede all’interno non deve mai uscirne..



Messaggi Recenti