Nike Air Max 180 - Italia Online Outlet

Acquista Online - Esplora il mondo Nike Air Max 180 | Spedizione Gratuita

Al centro della maglia è applicato il main sponsor “L’arte di abitare”, mentre un secondo sponsor, “Dermomed” sovrasta le numerazioni rosse sul pannello posteriore, La divisa si completa con pantaloncini bianchi decorati da un inserto laterale rosso e calzettoni impreziositi dalla doppia bordatura rossa già vista sulla maglia, Lo stesso modello Jupiter, proposto a colori invertiti, caratterizza la divisa da trasferta, Il completo rosso è spezzato da un nike air max 180 inserto trapezoidale bianco che occupa la zona delle spalle e contiene il logo Macron. La divisa, che presenta la stessa disposizione per sponsor e stemma societario rispetto alla versione casalinga, si completa con pantaloncini e calzettoni rossi con inserti bianchi..

Chiude la collezione 2014-15 la terza divisa, scelta direttamente dai tifosi attraverso un sondaggio lanciato nel corso della passata stagione, La divisa gioca sul piacevole abbinamento tra il blu navy della casacca e il biancorosso che decora il colletto e i bordo manica, Sul fianco destro appare la sagoma in stampa sublimatica del monumento equestre al Gattamelata, La statua in bronzo, che raffigura il condottiero della repubblica veneta Erasmo da Narni, detto appunto il Gattamelata, nike air max 180 è un simbolo storico della squadra biancoscudata e della città di Padova, Dalla fine degli anni Ottanta all’inizio degli anni Duemila comparve anche nello stemma del club..

Con il nuovo terzetto di maglie appena descritto, il Padova ha iniziato la scalata verso il calcio che conta, Certamente non era compito facile per Macron realizzare delle divise all’altezza delle ultime versioni proposte nike air max 180 da Joma, ma a mio parere la sfida è stata superata con tre completi che farebbero bella figura anche in Serie A, Qual è la vostra opinione sull’esordio di Macron al fianco dei biancoscudati?.

Nella precedente puntata del Venerdì Vintage avevamo ricordato le maglie da trasferta stellate della Juventus. Oggi continuiamo il viaggio nelle vistose tendenze stilistiche di metà anni ’90 con le casacche away della Fiorentina nel biennio con Reebok, dal 1995 al 1997. Il marchio inglese fece il suo esordio sulle divise viola nel 1995-1996 e tuttora, a quasi 20 anni di distanza, ritengo che per la Fiorentina non siano stati più raggiunti livelli estetici così elevati come nel biennio Reebok. A partire dalla prima maglia, essenziale, con rifiniture biancorosse e con un bel giglio formato gigante ottenuto con un gioco tono su tono.

Ma il capolavoro vero fu realizzato per le divise da trasferta, Così come nike air max 180 Kappa propose per la Juventus le due stelle a dominare le maniche, per la Fiorentina non poteva esserci nulla di meglio che due grandi gigli viola bordati di rosso, Nacque così una seconda maglia destinata a diventare una tra le più iconiche della storia dei viola, Come successo per la maglia stellata della Juventus, anche la maglia gigliata della Fiorentina poté sollevare un trofeo : la Coppa Italia, titolo che mancava da quasi 20 anni, conquistato a Bergamo dopo la doppia finale contro l’Atalanta..

Ancora più vistosa e grintosa era la terza maglia, di colore rosso con gigli viola bordati di bianco. Personalmente ho sempre fortemente apprezzato l’accostamento del viola al rosso, ritenendo quest’ultimo il colore ideale per le rifiniture di una maglia della Fiorentina. Tuttora ritengo questa maglia esplosivamente bella, anche più della versione bianca. Nella stagione successiva, la maglia viola subì delle leggere modifiche nelle rifiniture, mentre cambiò sensibilmente quella bianca. In un’evoluzione concettualmente simile e contemporanea a quella che tolse un po’ di visibilità alle stelle sulle maglie della Juventus, la dimensione dei gigli sulle maniche venne ridotta e venne aggiunta alla stessa altezza una fascia orizzontale viola con doppio profilo.

Altre modifiche riguardarono l’aggiunta di code di topo viola sulle cuciture delle maniche ed il colletto, non più con chiusura a bottoncino, ma con scollo a V viola e strato interno di colore rosso, secondo una tendenza seguita da diversi marchi in quegli anni, inaugurata a dire il vero nike air max 180 dalla Umbro, Anche questa maglia accompagnò la Fiorentina nella conquista di un titolo, la Supercoppa Italiana vinta nell’estate del 1996 a San Siro contro i Campioni d’Italia del Milan, Fu il primo caso in cui la squadra detentrice della Coppa Italia conquistò il trofeo a scapito di quella vincitrice dello scudetto..

Un’altra situazione particolare in cui fu coinvolta questa maglia, fu la semifinale di ritorno di Coppa delle Coppe disputata al Franchi contro il Barcellona, I viola, nike air max 180 probabilmente per esigenze espresse dall’arbitro, scesero in campo in casa vestiti di bianco, La maglia era quella da campionato con il lettering Reebok sopra il logo e lo stemma della Sammontana, a differenza della consuetudine europea che prevedeva rigide restrizioni sull’utilizzo dei loghi di sponsor tecnici e commerciali..



Messaggi Recenti